Alberto Stenico

Il nuovo orario dei trasporti pubblici in Alto Adige è un testo fondamentale della nostra Autonomia. Ci racconta di come possa essere garantito a tutti i cittadini il diritto alla mobilità, indipendentemente dal luogo di residenza, dall’età degli utenti e dal loro reddito. Con corse frequenti, buone coincidenze, tempi cadenzati e una tessera universale per tutti i mezzi. Anno per anno, il nuovo orario annuncia il potenziamento e il miglioramento dei servizi pubblici su rotaia, su gomma e via fune. Ancor più significativa è la qualità sempre più elevata dei mezzi di trasporto: treni “svizzeri”, pullman comodi e silenziosi, funivie veloci e frequenti, nuove pensiline confortevoli alle fermate.
Una mobilità pubblica “democratica” accessibile a tutti è un tratto essenziale della nostra Autonomia. Valorizziamola e miglioriamola ancora.
(www.albertostenico.it)

“Prova dai cinesi, forse lì lo trovi”, è la risposta sempre più frequente a chi cerca senza successo qualche oggetto nel commercio tradizionale cittadino. In effetti i nuovi supermercati cinesi hanno del sorprendente sia per la varietà delle merci, sia per i prezzi incredibilmente bassi. Read More

“Una casa così, io non ce l’ho” mi ha sibilato in un orecchio un alto dirigente di un’impresa di costruzioni durante la cerimonia di consegna della chiavi dei nuovi appartamenti agli inquilini Ipes a Bolzano. Sì, è vero, le case popolari della nostra provincia sono di ottima qualità edilizia e comunque non inferiore a quelle dell’edilizia privata, anche di elit. Read More

“L’atto di fondazione della nazione sudtirolese” è stato definito oggi il grande raduno di 60 anni fa (17 novembre 1957) a Castel Firmiano/Sigmundskron quando il leader storico della SVP Silvius Magnago, lanciò alla base del suo partito (35.000 persone presenti!), lo slogan “los von Trient” (via da Trento). Sempre oggi alla Rai locale in lingua tedesca, si è paragonato il significato di quel raduno, al famoso giuramento tra i primi cantoni svizzeri che diede vita alla Confederazione Elvetica. Read More

Quella della lingua di insegnamento nelle scuole locali è una storia lunga e tormentata: un campo minato. In una regione di confine, a cavallo tra più culture (tedesca, italiana e ladina), la lingua è un tema sensibile e può essere usato come strumento di dominio sul territorio e sulle persone. La lingua è potere. Read More