Alberto Stenico

Continuano le nuove “acquisizioni” della Provincia Autonoma di Bolzano: non si tratta solo del trasferimento di competenze dallo Stato (come nell’esempio del personale delle Poste), ma anche da privati e Società partecipate. Nel campo dell’energia, dei trasporti, della finanza, la parola magica è “in house”: cioè la proprietà pubblica esclusiva e la gestione diretta di servizi collettivi e la loro esclusione dalla concorrenza con gli altri operatori del settore. La conseguenza è che la Provincia, oltre che organo di programmazione e di controllo, diventa sempre più “impresa”. Aumenta le sue competenze dirette, estende il suo modello organizzativo e contrattuale, il sistema di relazioni sindacali. Una presenza sempre più determinante e condizionante in un realtà sociale piccola come la nostra. Che questo sia un bene, dovranno valutarlo i cittadini utenti, contribuenti, lavoratori. La sfida è comunque sempre più quella della efficienza ed economicità del sistema pubblico e della sua autonomia dalla lottizzazione dei partiti. L’esito della sfida è ancora assolutamente incerto.
(www.albertostenico.it)

“La città di Bolzano non è abbastanza ospitale con gli immigrati”. Fake news, non credeteci.
Nel raggio di mille passi da casa mia (piccolo quartiere periferico) incontro: Read More

Bolzano: abbiamo il Museo della Montagna di Reinhold Messner, siamo la Porta delle Dolomiti, Patrimonio Naturale dell’Unesco, siamo una città alpina. Cosa c’entriamo noi con il mar Mediterraneo e tutto quello che succede lì? Read More

Mentre siamo alle prese con la difficoltà di pronuncia di toponimi altoatesini nell’altra lingua, nell’immediato futuro dovremo superare a quanto pare, difficoltà ancora maggiori. A portarci la banda ultra-larga nelle case sarà, ad esempio, (assieme ad Alperia) la società cinese Huawei di Shenzen, Guandong (Cina), a Sinigo lo stabilimento della Sun Edison è stato comperato per 863 milioni di dollari dalla GlogalWafers di Hsinchu di Taiwan e, Read More

Un controllore e un macchinista….La Giunta provinciale di Bolzano ha impugnato il concorso per l’assunzione di queste 2 (!) persone presso l’azienda che gestisce il trasporto pubblico in provincia di Bolzano perchè nel bando non viene specificato a quale gruppo linguistico i due devono appartenere. Read More