Alberto Stenico

Per accedere a determinate agevolazioni pubbliche in provincia di Bolzano bisogna essere “poveri”. Giusto! In fondo uno dei principi fondamentali della nostra società democratica è quello di garantire anche ai meno abbienti, l’accesso ai servizi essenziali: casa, istruzione, sanità. E la Mano Pubblica serve proprio a rendere concreto questo principio. Quindi bisogna stabilire chi è “povero”. A Bolzano abbiamo adottato i criteri del DURP, Dichiarazione Unificata per Reddito e Patrimonio. Il Reddito è sostanzialmente quello delle dichiarazioni fiscali, mentre il Patrimonio è “convenzionale”. Nel patrimonio immobiliare non viene considerata la prima casa e nel patrimonio finanziario non vengono considerati i primi 100.000 Euro (per singolo componente).
A Bolzano si è poveri anche con la casa in proprietà e 100.000 Euro in banca.
Siamo i poveri più ricchi d’Italia e forse d’Europa!
(www.albertostenico.it)

Lo dico: come altoatesino di madrelingua italiana mi aspetto vengano definiti ed adottati dalla Provincia, tutti i nomi in Italiano in uso effettivo tra la popolazione locale. Di tutti gli altri migliaia di nomi italiani, mai usati, introdotti con decreto 23 marzo 1923, faccio volentieri a meno. Mi basta la versione originaria. Read More

Incredibile, ma vero: in una provincia così attenta alla toponomastica dei centri abitati e anche dei luoghi più remoti come quella di Bolzano, nasce un nuovo paese, senza nome. Gli abitanti sono inizialmente circa trecento, ma potranno più che raddoppiare: si tratta delle persone addette allo scavo ed alla costruzione del nuovo tunnel del Brennero sul lato italiano, vicino a Fortezza. Read More

A soli 12 mesi dalla sua nomina, il Presidente della più grande impresa della provincia di Bolzano si dimette. Peccato, perchè la persona è valida e l’impresa è strategica per la vita degli altoatesini, si tratta infatti dell’azienda energetica pubblica locale, Alperia. A quello che potrebbe apparire un problema serio nel mondo dell’economia, risponde prontamente rassicurante il sistema pubblico con la regola che “il posto spetta ad un determinato Partito e sarà lo stesso a nominare il successore”. Read More

Se quello della toponomastica in provincia di Bolzano fosse un “non problema” e comunque una bagattella come molti sostengono, non si spiega perchè in 70 anni di democrazia ed autonomia non si sia stati capaci di trovare una soluzione. Read More